Hai bisogno di un prestito? 5 cose utili da tenere a mente
August 10, 2018

Hai bisogno di un prestito? 5 cose utili da tenere a mente

Quando si parla di credito alle imprese si pensa quasi istintivamente in modo associativo alla crisi del sistema bancario e al calo dell’offerta di credito, che si è verificata in modo pressoché continuativo negli ultimi sei anni e cui ci riferiamo con l’accezione ormai comunemente diffusa di credit crunch.

In varie occasioni abbiamo parlato della morsa del credito sul nostro blog e delle difficoltà che ha prodotto sulle imprese, lasciandole in una situazione di acuta sofferenza economica, ma in questa sede vorremmo focalizzare l’attenzione sulle piccole imprenditorialità ed in particolar modo sulle azioni in loro potere per migliorare le proprie capacità di accedere al credito. Se la cattiva notizia infatti è che la crisi del sistema bancario così come la morsa sul credito sono qualcosa di cui prendere atto, la buona è che conoscere le regole del gioco può aiutare le imprese, anche nei tempi difficili del credit crunch, a giocare al meglio le proprie carte per guadagnarsi nuovi spazi economici.

Che cosa dovrebbe dunque tenere a mente un imprenditore che stia pensando di effettuare domanda di finanziamento, presso un istituto di credito, sia esso una banca o una delle moderne piattaforme di lending che operano online?

Dal nostro modesto punto di vista, riteniamo che per giocare al meglio le proprie carte e arrivare preparati al momento di richiedere un finanziamento, sia importante focalizzarsi sui seguenti cinque aspetti:

1.Curare con precisione reporting contabile e informativa aziendale. Oltre a migliorare la gestione dell’impresa, aiuterà la corretta gestione e lettura della documentazione da parte di chi analizzerà la richiesta ed aumenterà il grado di affidabilità percepito all’esterno del business.

2.Fornire con rapidità la documentazione necessaria ad analizzare l’impresa e spiegare con chiarezza la ragione del finanziamento. Celerità e disponibilità rafforzeranno l’immagine di impresa affidabile, mentre la presenza di un obiettivo preciso e ben argomentato (ad esempio, investimenti per sviluppare attività o liquidità per squilibri di cassa), aiuterà a presentare una domanda di finanziamento ben strutturata che accrescerà le chance di accesso al credito.

3.Evitare gli eventi negativi. Le possibilità di accesso al credito di un’impresa non si giocano solo su documentazioni e dati contabili. Un aspetto di grande importanza per chi deve decidere se dare seguito o meno ad una richiesta di finanziamento è il profilo dell’imprenditore, della sua attività nonché i suoi comportamenti con il “sistema”, vale a dire la qualità delle relazioni con fornitori e istituti finanziari con cui il richiedente ha avuto rapporti in precedenza, la puntualità nei pagamenti, etc.

4.Preparare un business plan realistico. Presentare un business plan in allegato alla propria richiesta, che si mostri sostenibile non solo dal punto di vista della qualità del progetto ma anche della sostenibilità da un punto di vista quantitativo, può essere un biglietto da visita vincente.

5.Curare il proprio business online. Il business non è solo quello che si pratica nella quotidianità, ma anche quello che si comunica attraverso il web. Le nuove piattaforme di finanziamento online utilizzano questo canale per verificare come il web valuta una impresa. Le modalità di ricerca di informazioni variano da settore a settore, ma la presa in considerazione della reputazione online tramite social networks, Google e piattaforme quali TripAdvisor è una pratica comunque diffusa tra le piattaforme di lending online che le differenzia dagli altri metodi per l’assegnazione del rating a chi richiede i finanziamenti.

Questo insieme di attività nel suo complesso avrà effetti positivi sulla gestione della tua impresa, e al tempo stesso, contribuirà ad aumentare le possibilità che la tua richiesta vada a buon fine.